Storia - Rock a Tutta Birra

RocK a tutta Birra
Vai ai contenuti

Menu principale:

La Storia di Rock a tutta Birra
E’ un caldo pomeriggio del luglio 1991 e un gruppo di ragazzi, con birra in mano e gambe distese, è seduto al circolo ARCI (autogestito) della Chiavica, comune di Mordano, provincia di Bologna, e durante i soliti discorsi da bar qualcuno dice:
“Perché non organizziamo una festa della birra?”.
L’idea è sostenuta con forza, pur sapendo quanto sia complicato organizzarne una pubblica ed in regola: autorizzazioni, burocrazia e noleggio delle strutture……..

Lunghe discussioni per trovare il nome: sembrava il problema più importante! Bisogna partire bene. Un nome facile, accattivante in più serve una buona pubblicità.
Trovato! “ROCK A TUTTA BIRRA” (oggi ci sono molte feste che hanno adottato questo nome ma vi garantiamo che 16 anni fa in zona non ve n’era nessuna).
Via…si parte! Dogma: birra buona e di qualità ma anche ambiente semplice e genuino, musica di buona compagnia e per ultimo ma non meno importante….VOGLIAMO DIVERTIRCI!
La festa nasce per noi, perché vogliamo passare ogni instante insieme: quando si ride, si scherza e si gioca ma anche quando si lavora duramente.
Parte l’autofinanziamento; si lavora tutti assieme, ognuno con le sue competenze e nessun capo….siamo in 17.
Decidiamo la formula: BIRRA BUONA, POCHE COSE DA MANGIARE MA GENUINE, MUSICA RECENTE, GIOVANI BANDS IN GARA TRA LORO.
La preoccupazione principale: ”Chi verrà mai alla festa della birra …..alla Chiavica !”.
L’ottimismo prevale sulla perplessità, si parte subito ma il punto di domanda è: “ Le spese le recuperiamo? Se resta qualche cosa?
Per esempio…qualche soldo? Cosa si fa ?”.
“Non vogliamo guadagnarci”-dicono all’unisono in tanti-. “Noi vogliamo divertirci e se resta del denaro lo sì da in beneficenza!!!”
Nasce così la prima festa de “ROCK A TUTTA BIRRA” alla Chiavica di Mordano e fortunatamente la formula ha funzionato.
Sono in tanti che vengono a trovarci, si divertono poiché siamo noi i primi a divertirci! Infatti, saliamo sul palco a cantare e poi a ringraziare tutti quanti. Così anno dopo anno, la festa si è ampliata, gli eventi musicali sono diventati sempre più importanti: Mingardi, Finardi, Ladri di biciclette, Rio, Modà ecc. Certe cose cambiano ma la formula di base resta invariata: BIRRA BUONA, MUSICA OTTIMA, MANGIARE BENE E TANTA ALLEGRIA.
Qualcuno del gruppo originario se ne è andato, altri si sono aggregati ma tanti, proprio tanti, nei giorni della festa vengono ad aiutarci. Quello che tutti definiscono“VOLONTARI” i quali puliscono, cucinano, lavano i bicchieri, ma fanno anche tanti lavori umili. Senza di loro la festa non avrebbe un regolare svolgimento. UN GRAZIE A TUTTI VOI.
Ci sono “amici” che ci seguono dalla prima edizione e per loro la seconda settimana di settembre in cui si svolge di solito la festa è un momento clou.
Sarà perché è l’ultima festa dell’estate, prima dell’inizio della scuola, sarà perché le ferie sono finite e inizia un nuovo anno di lavoro, sarà per un sacco di buoni motivi, ma noi vogliamo credere che sia perché
E’ LA FESTA PIU’ SIMPATICA CHE C’E’.
UN GRAZIE A TUTTI COLORO CHE CREDONO NELLA FESTA

 
        7 - 8 - 9 - 10   settembre    2016
Torna ai contenuti | Torna al menu